Red Velvet Cupcake!! :)

Buongiorno ragazze e buona domenica!

Ecco a voi una ricetta che ADORO.. i red velvet cupcake! ūüôā

Ingredienti per 15 cupcakes
Vaniglia 1 cucchiaino di estratto ( o i semi di una bacca)
Aceto di mele 3,5 gr
Bicarbonato 3,5 g
Burro a temperatura AMBIENTE 85 gr
Cacao in polvere amaro 8 gr
Farina 00 220 gr
Sale 4 g
Uova¬†1 intero piu’ 1 tuorlo
Zucchero 225 g
Latte 20 ml (3 cucchiai)
Coloranti alimentari in polvere ROSSO q.b.
Latte latticello o yogurt BIANCO intero 185 gr
PER LA CREMA AL BURRO MERINGATA
Acqua 75 ml
Zucchero semolato 250 gr
Uova albumi 100 gr
Burro a temperatura AMBIENTE 200 gr
Vaniglia i semi di una bacca

Preparazione

Red velvet cupcake

Per realizzare i red velvet cupcake cominciate ponendo met√† dello zucchero semolato e il burro ammorbidito in una planetaria munita di frusta (1) ( o in con le fruste elettriche); azionate la macchina e montate gli ingredienti per qualche¬†MINUTO¬†fino ad ottenere un composto cremoso. Unite l‚Äôuovo a temperatura ambiente (2) e il tuorlo, quindi incorporate anche l’altra met√† dello zucchero (3).

Red velvet cupcake

Fate andare le fruste fino ad OTTENERE un composto chiaro e spumoso (4). A questo punto incorporate il cacao amaro setacciato (5), un cucchiaino di estratto di vaniglia (6).

Red velvet cupcake

Sciogliete il colorante in polvere nel latte (7-8) e versate la miscela nell’impasto. Azionate la macchina per amalgamare gli ingredienti, dovete ottenre un composto di colore¬†ROSSO¬†acceso (9).

Red velvet cupcake

In una ciotolina a PARTE sciogliete il bicarbonato nell’aceto di mele mescolando con un cucchiaino. Unite la miscela ottenuta al latticello (10), aggiungete anche il sale e versate il latticello nella ciotola della planetaria (11), per finire versate la farina setacciata (12) e mescolate con una spatola.

Red velvet cupcake

Trasferite l‚Äôimpasto dei cupcake in una sac-√†-poche usa e getta (13),¬† tagliate la punta con le forbici e spremete il composto in una teglia da cupcake rivestita con gli appositi pirottini di¬†CARTA¬†monoporzione (14) riempiti gli stampini finoa¬† 3/4, in questo modo non sborderanno in cottura. Cuocete i cupacake in forno statico preriscaldato a 180¬į per 15 minuti (oppure in forno ventilato a 160¬į per circa 10 minuti). Intanto occupatevi della crema al burro: ponete sul fuoco un pentolino con l‚Äôacqua, aggiungete 200 gr di zucchero semolato (15)

Red velvet cupcake

e scaldate lo sciroppo che dovr√† raggiungere i 121¬į per¬†VERIFICARE¬†la temperatura munitevi di un termometro per alimenti (16). Quando lo sciroppo avr√† raggiunto i 115¬į versate gli albumi in una planetaria munita di frusta (17) e montateli; quando inizieranno a diventare spumosi incorporate i restanti 50 gr di zucchero semolato (18)

Red velvet cupcake

e¬†CONTINUATE¬†a montare. Non appena ilo sciroppo di zucchero raggiunger√† i 121¬į versatelo a filo negli albumi (19) , continuando a montare con le fruste (20) finch√© la crema non sar√† completamente fredda. Intanto in una ciotolina ponete il burro a pezzetti, aromatizzatelo con i semi di una bacca di vaniglia e lavoratelo con una frusta (21)

Red velvet cupcake

fino ad OTTENERE una crema (22). Incorporate il burro cremoso agli albumi poco alla volta (23), mantenendo in azione la planetaria. Quando tutto il burro si sarà amalgamato alla crema, fermate la planetaria, trasferite la crema in una ciotola, copritela con la pellicola trasparente (24) e ponetela in frigorifero.

Red velvet cupcake

Prendete i cupcake cotti e raffreddati (25), sformateli dalla teglia , trasferite la crema al burro in una sac-à-poche con bocchetta larga stellata e guarnite la superficie dei cupcake con abbondante crema al burro (26). Per finire decorate con piccoli zuccherini colorati: noi abbiamo usato quelli a FORMAdi piccoli cuoricini (27). I vostri red velvet cupcake sono pronti per essere gustati!

CURRY GIAPPONESE CON CIUFFI DI POLIPETTI

Buon Sabato Ragazze!!!

Oggi impariamo a preparare il curry giapponese utilizzando una specie di dado apposito (miscele di spezie a base prevalente di curry in forma di stecche simili a quelle di cioccolato) diffusissimi e molto utilizzati in Giappone e reperibili anche in Italia, nei negozi specializzati.

Per prima cosa dobbiamo stare attenti al numero scritto sulla scatola: va da 1 a 5 e indica il grado di piccantezza del curry che otterremo.

Per i giapponesi √® una delle pietanze pi√Ļ popolari nella loro cucina, ed io che ne sono follemente innamorata, la cucino molto spesso‚Ķuso principalmente il pollo o il manzo, ma questa volta ho voluto provare a farla con il pesce.

Vediamo che succede…

PREPARAZIONE:

collage

Per prima cosa mettiamo sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata, e appena l’acqua comincia a bollire buttiamo il riso basmati e lo facciamo cuocere per 10-12 minuti.

foto1

Mentre il riso cuoce, tagliamo a tocchetti i ciuffi di polipetti, che in precedenza abbiamo semplicemente sbollentato in acqua per 15 minuti.

foto2

In una pentola molto capiente mettiamo l’olio e la noce di burro.

foto3

Appena il burro si sarà completamente sciolto (state attente a non farlo bruciare), unite i ciuffi di polipetti.

foto4

A questo punto aggiungete tutta l’acqua e un cubetto del nostro AMATISSIMO curry giapponese.

foto5

Coprite con il coperchio e lasciate cuocere per almeno 30 minuti.

foto6

Il riso a quest’ora sarà pronto, scolatelo, mettetelo in una ciotola e lasciatelo raffreddare.

foto7

Adesso tagliamo le patate a cubetti.

foto8

Passati 30 minuti aggiungiamo gli altri 3 cubetti di curry giapponese e le nostre patate tagliate a cubetti. (Se le patate dovessero superare il livello dell’acqua, aggiungetene ancora fino a coprirle del tutto.)

foto9

 

foto10

Mescolate bene e lasciate cuocere per altri 15-20 minuti. Dipende da come vi piacciono le patate‚Ķio le amo moooolto morbide, quindi le faccio cuocere anche pi√Ļ del dovuto.

foto11

Siamo arrivate alla fine…possiamo impiattare!

Prendere un bel piatto ampio e mettete insieme il riso basmati da una parte e il nostro profumato curry giapponese dall’altra…si devono toccare…in modo da poterli gustare insieme!!

foto12

Buon appetito!!

CROSTATA LIMONE E ROSMARINO

Comincio col dire che la crostata è uno dei dolci che preferisco in assoluto!

Mi piace guarnirla in mille modi diversi…anche se la VERA crostata, che è di origine italiana, è fatta con la pasta frolla classica e un ripieno di marmellata.

Questa volta ho deciso di sperimentare una cosa un po‚Äô pi√Ļ particolare, unendo la pasta frolla al rosmarino, e guarnendola con una profumata crema di limoni.

Il rosmarino, che per me √® la regina delle piante aromatiche, mantiene giovani e migliora la circolazione sanguigna, aiutando soprattutto chi si sente privo di forze e debilitato, magari a causa di cali di pressione. Grazie ai suoi potenti antiossidanti il rosmarino svolge un ruolo protettivo dei riguardi del fegato, organo che risente pi√Ļ di tutti gli effetti dello stress.

Vediamo che succede…

collage

 

PREPARAZIONE:

Per prima cosa bisogna preparare la pasta frolla, che io questa volta ho comprato già pronta per fare prima, ma farla a casa è davvero molto semplice.

Vi spiego brevemente il procedimento:

***** Disporre a fontana sul tagliere 500 g di farina 00 e 200 g di zucchero.

Formare un foro al centro e tagliare attorno 250 g di burro a cubetti (deve essere freddo).

Inserire nella fontana 6 tuorli e 3 pizzichi di sale.

Iniziare ad impastare velocemente e con tutte e due le mani fino ad ottenere un impasto omogeneo. Formare una palla e lasciarla riposare per almeno mezz’ora in frigorifero coperta con la pellicola trasparente. *****

 

Torniamo a noi…

Dopo aver fatto la pasta frolla, che bisogna lasciare almeno una mezz’oretta fuori da frigo per farla ammorbidire, bisogna triturare i rametti di rosmarino e unirli alla pasta impastando bene con le mani.

foto1

 

A questo punto imburrare leggermente una teglia da crostata.

foto2

 

Stendere la pasta in un disco di circa mezzo centimetro con un mattarello e disporla nella teglia, con la pasta avanzata creare un bordo alla crostata, in modo che poi possa contenere la crema.

foto3

 

Infornare la crostata, in forno gi√† caldo, a 180¬į per circa 20 minuti.

Sfornare e far raffreddare.

foto4

 

Mentre la base della crostata si raffredda, preparare la crema al limone: scaldare il latte a fuoco basso senza farlo bollire.

In una ciotola abbastanza ampia montare i tuorli con lo zucchero fino a che non diventeranno spumosi.

foto5

 

Aggiungere la maizena e incorporare senza formare grumi. Unire la scorza del limone grattugiata e il succo. Versare a filo il latte sempre mescolando.

Per fare addensare il composto, rimetterlo sul fuoco e continuare a mescolare. Appena inizia ad addensarsi toglierlo dal fuoco e farlo raffreddare velocemente. Potete versarlo su una superficie (come ad esempio una teglia ricoperta di carta forno) così si raffredderà molto velocemente. Per evitare che si formi la pellicola in superficie, spolverare con dello zucchero a velo.

foto6

 

Appena si sarà raffreddata, riunire la crema in una ciotola sbattendola con una frusta per renderla di nuovo omogenea.

Guarnire la torta con un bello strato di crema al limone e decora con qualche ago di rosmarino!

foto7

Fatemi sapere come vi viene o per qualsiasi info scrivetemi.

Alla prossima settimana

R.