Pokèmon Go: i 5 fatti più assurdi legati alla nuova app per smartphone

Negli ultimi giorni, vi sarà quasi certamente capitato di vedere un numero elevato di persone perennemente incollate al cellulare, o intente a inquadrare con la fotocamera un punto imprecisato vicino a voi. Bene, il mondo non è improvvisamente impazzito, ma si tratta del nuovo videogioco per smartphone sviluppato da Niantic per Nintendo, una versione 2.0 della generazione di Pokemon inventati nel 1996 da Satoshi Tajiri.

La vera innovazione sta nell’utilizzo della realtà aumentata. In parole povere, Pokemon Go consente ai giocatori di cercare e catturare i Pokemon esplorando il mondo vero, grazie alla realtà aumentata. Quindi, si possono incontrare Pokemon al supermercato, al cinema, in palestra, persino nel bagno di casa propria. La notifica dell’apparizione del Pokemon avviene sul cellulare, ed è quello il momento giusto per lanciare la PokeBall e catturarlo. Lo scopo del gioco è quello di catturare e collezionare tutti i Pokemon disponibili e ottenere una serie di medaglie raggiungibili a diversi livelli.

maxresdefault

Moltissimi, oltre ai fan, hanno già scaricato e macinato kilometri per catturare i loro Pokemon, trovandosi molto spesso in situazioni strane, imbarazzanti, divertenti, fuori dal normale. Curiosi? Scopriamole insieme!

1. Prima regola: i Pokemon non sono tutti uguali. Alcuni li trovi dovunque, altri invece sono rari, e, a meno che tu non abbia un grosso colpo di fortuna, sarà pressochè impossibile intercettarli. Mai dire mai: sabato scorso, infatti, una mandria di persone si è riversata improvvisamente dentro Central Park a New York a causa di un avvistamento eccezionale. Tra i cespugli e i laghetti del parco è apparso Vaporeon, un Pokemon raro a forma di draghetto blu. E proprio la sua rarità ha causato macchine parcheggiate in mezzo alla strada, corse sfrenate da una parte all’altra di Central Park, e cellulari allo stremo della batteria. Anche Justin Bieber è stato visto girovagare per Central Park alla ricerca di Gyrados, come scritto da un suo amico su Instagram, che ha postato proprio il video della ricerca di Bieber.

img_isota_20160716-144150_imagenes_lv_otras_fuentes_centralpark-kP7C-U4032616528321nE-992x558@LaVanguardia-Web

justin-bieber-pokemon-go-post

2. I Pokè Stop si trovano in luoghi assurdi. Cosa sono i Pokè Stop? Sono dei punti di sosta dove poter recuperare Pokeball e uova, e vengono solitamente collocati nei posti più “in vista” di ogni città, come musei, siti storici, monumenti. Eppure capita di trovare Pokè Stop in cimiteri, sexy shop, strip club, uffici della polizia, addirittura c’è chi ha avuto il coraggio di catturare Pokemon ad Auschwitz…

CnOHwuqWcAE3i5c      id520614_1

pokemon-go-pokestop-strip-club-700x389.jpg.optimal      pokemon-go-pokestop-walter-whites-house.jpg.optimal

3. Quando ti fermi per catturare un Pokemon, scopri che sei circondato da altri giocatori che stanno tentando la tua stessa impresa, e non sai se esserne fiero o correre via imbarazzato. L’importante è non incontrare Tom Currie: questo ragazzo neozelandese di 25 anni ha deciso di prendersi 3 mesi di ferie dal lavoro per salire a bordo di un bus con il quale ha progettato di visitare 20 diverse città della Nuova Zelanda per catturare tutti i 151 Pokemon al momento disponibili.

KYPGn7i pokemon-go-cose-assurde-4  pokemon-go-cose-assurde-5

pokemon-go-cose-assurde-9 pokemon-go-cose-assurde-18

4. A volte, ti vengono dei dubbi se sia un Pokemon o un animale vero.

dog-walk-600x600 pokemon-go-cose-assurde-2

pokemon-go-cose-assurde-15 pokemon-go-cose-assurde-26

pokemon-go-dog-walking-animal-shelter-muncie-9 pokemon-go-rattata-cat

5. Uno dei vantaggi diabolici di questo videogioco è il suo potere di geolocalizzazione; potere che è stato usato per scoprire un tradimento. Infatti, Pokemon Go per funzionare ha bisogno ovviamente del consenso alla geolocalizzazione, tuo e degli altri giocatori. Questa è stata la fine per Evan Scribner, un ragazzo newyorkese che è stato beccato dalla sua ragazza mentre catturava un Pokemon a casa della sua ex. Scribner non poteva che ammettere le sue colpe, dichiarando che è stato un grosso errore giocare dopo aver amoreggiato con la ex.

pokemon2

 

L’app è stata inventata si dice per far uscire i nerd di casa; direi che sono riusciti appieno nel loro intento!

Baci

Sara

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *