New York Fashion Week 2016 – Victoria Beckham & Co

Quale è il momento più atteso e più importante per uno stilista?

Certamente quello dell’uscita finale in passerella, al termine della sfilata. Dopo sei mesi di brainstorming, ispirazioni, prove, pensieri, ripensamenti e scelte ardue, è sulla catwalk che i designer si giocano il tutto per tutto, nei 15 minuti di durata della sfilata.

Continue Reading →

I Love New York – Part.4

Buon Mercoledì girls,
eccoci arrivate all’ultima settimana con il nostro appuntamento americano.

Comincio con il parlarvi della mia zona preferita.

GREENWICH VILLAGE

[mappress mapid=”5″]

Questo quartiere a sud della 14th street, presenta infatti strade con una struttura irregolare e non a griglia e chiamate con nomi. Nel Village i grattacieli lasciano il posto a edifici più a misura d’uomo, così che anche il sole può raggiungere le strade. Le strade super affollate sono solo un ricordo, qui la calma, consente ritmi molto più rilassanti. (Metro linee N, R stazione 8th street-NYU. Linee A, B, C, D, F, M stazione W 4th Street.)

Artisti e musicisti di tutto il mondo venivano qui per frequentare i caffè letterari e i fumosi jazz clubs, e per respirare un’atmosfera tipicamente parigina oltreoceano. Con il passare degli anni, nelle strade del Village sono passati tantissimi musicisti, scrittori e attori famosi, tra cui leggende del calibro di Bob Dylan, Edgal Allan Poe e Jimi Hendrix.

Washington Square Park

Il posto migliore per iniziare la vostra passeggiata nel Greenwich Village è senza dubbio Washington Square Park, circondato dai caratteristici palazzi della New York University, con le loro inconfondibili bandiere viola. Studenti che leggono, anziani con i nipotini, musicisti improvvisati, bambini nei playgrounds, i turisti ai tavoli di pietra per giocare a scacchi: l’energia che si respira qui è vibrante, soprattutto con l’arrivo della bella stagione.

E’ senza dubbio uno dei miei posti preferiti. Basta sedersi su una panchina per ammirare i diversi artisti di strada che con favolose esibizioni intrattengono cittadini e turisti.

Nel Village si tiene l’evento più grande degli Stati Uniti dedicato ad Halloween, con la Halloween Parade. (se per caso avete in programma un viaggio a NYC la prossima settimana non potete perdervelo)

Friends e Sex and the City

Il Greenwich è anche meta di pellegrinaggio dei fans dei celebri serial Sex and the City e Friends. Al 66 di Perry Street troverete l’appartamento di Carrie Bradshaw. OVVIAMENTE CI SONO ANDATA E HO ANCHE FATTO UNA BELLA FOTINA IMMAGINANDOMI OGNI SCENA VISTA 1000 VOLTE!!

Carrie
Joey, Monica, Chandler, Ross, Rachel e Phoebe sono nomi che vi ricordano qualcosa? Arrivate allora all’angolo di Bedford Street e Grove Street: riconoscere senza dubbio il palazzo di Friends, dove abitavano i sei amici del serial. (Curiosità: prima che i produttori decidessero di chiamarlo Friends, il titolo originale doveva essere C’era una volta il Village!)
Nella stessa strada, al numero 75, potrete vedere anche la casa più stretta di tutta New York City: misura appena due metri e ottantanove centimetri in larghezza!

piccola-townhouse-592x442

Per rimanere aggiornati su tutti gli eventi della zona, vi basterà consultare The Village Voice, collegandovi all’indirizzo www.villagevoice.com.

Il mio consiglio e’ quello di prendervi un bel po’ di tempo per passeggiare nel village e magari andare a mangiucchiare in più post per godersi la vera aria newyorkese.

DOVE MANGIARE 

Corner Bistro (citato anche nel libro di F.Volo) Miglior Hamburger della città (PAGAMENTO SOLO CONTANTI)

Aria Wine Bar Carinissimo ristorantino con cucina italiana e atmosfera unica e bellissimo design

St Ambroeus ristorantino con ottima cucina – PROVATE PANINO AL POLLO (Super!)

Magnolia Bakery – Solito appuntamento con un ottimo cupcake

Babbo  Ristorante di Joe Bastianich Buonissimo ma budget 1 po’ altino

Questi sono stati i miei posticini preferiti, ma sicuro camminando potreste trovare il vostro. (Il Doma il mio posto assolutamente n.1 citato sempre nel libro di F.Volo che faceva cibo ottimo purtroppo ha chiuso)

Proseguendo verso sud troviamo altre zone carinissime come Soho il Meatpacking District (Avete presente il quartiere dove Samanth di Sex and the City litiga con i trans sotto la sua finestra? Ecco, quello) che è il quartiere più trendy della città, con ristoranti alla moda e club esclusivi. Nonostante l’assalto dell’alta società, questo zona è ancora autentica come un tempo, grazie alla presenza ancora di alcuni venditori di carne all’ingrosso.

In questa zona ci sono tantissimi graffiti….che io adoro!

albert

IMG_3406

LITTLE ITALY

Il quartiere di Little Italy come è facilmente individuabile da nome dovrebbe essere il quartiere degli italoamericani a Manhattan. In realtà si tratta di un’attrazione turistica più che altro. I veri italoamericani si sono trasferiti in zone più periferiche e Little Italy si è ridotta a una via e poco più. Anche perché nel contempo il vicino quartiere di Chinatown ha allargato i propri confini, andando ad occupare gran parte di quello che una volta era l’autentica Little Italy di Manhattan con negozi e ristoranti di roba cinese.

La visita di Little Italy praticamente si riduce a una passeggiata su Mulberry Street, tra insegne che vantano specialità italiane e camerieri che vi invitano ad entrare. Per la maggior parte sono solo trappole per turisti: prezzi esorbitanti, cucina medioche e gestori che di italiano hanno ben poco…una passeggiata per curiosare e una foto con la “famosa scritta” all’inizio della via ci sta, ma niente di più.

(zona raggiungibile da Chinatown dato che e’ praticamente inglobata in essa, la stazione più vicina a Mulberry street  “Canal St” (linee 4, 6, J, Z, N, Q, R). )

Lower Manhattan

[mappress mapid=”6″]

Financial District

Il distretto finanziario di New York (Financial District), è un quartiere nella zona sud di Manhattan, sede del New York Stock Exchange (la borsa americana), del governo della città di New York e ospita alcuni dei più vecchi edifici della città. Nel cuore del distretto si trova la Federal Hall, dove George Washington fu inaugurato quale primo Presidente degli Stati Uniti nel 1789. (Metro linee 2, 3, 4, 5 stazione Wall Street.)

 

Wall Street, la via più famosa del Financial District, ospita il New York Stock Exchange, vale a dire la borsa americana, inoltre non può mancare una foto con il Charging Bull, il toro di Wall Street che si trova nel vicino Bowling Green Park. (si dice che toccare i testicoli del toro porti fortuna)

GROUND ZERO – WORLD TRADE CENTER

Dopo l’attentato dell’11 settembre 2011 ha aperto un nuovo centro per la memoria delle vittime, chiamato 9/11 Memorial e Museum; un complesso di fontane artistiche lungo il quale scorre una lunga lista di nomi incisi nel bronzo che ricordano le vittime dell’incidente. Si può visitare gratuitamente. Nel 2014 ha aperto anche il 9/11 Museum e l’osservatorio dell’One World Trade Center, il grattacielo che simbolicamente ha preso il posto delle Twin Towers.

Questo luogo e’ assolutamente suggestivissimo. essere lì e’ qualcosa di davvero impressionante.

potete vedere un piccolo video Qui

IMG_1145

La visita all’ osservatorio dell’One World Trade Center da poco aperto (maggio 2015) e’ un esperienza che consiglio pienamente. (il One WTC si trova al 285 di Fulton Street. Le stazioni della metro più vicine sono: Cortland Street linea 1; Park Place linee 2 e 3; World Trade Center linea E.)

All’entrata i visitatori saranno salutati al Welcome Center dove un display mostrerà un saluto nella propria lingua.

Quindi si procederà verso quello che viene chiamato, pre-show program, intitolato “Voci del Palazzo” che descriverà la costruzione e la crescita del One World Trade Center.

Per arrivare all’osservatorio ci sono 5 ascensori (chiamati Sky Pod), che portano in cima in meno di 60 secondi, tra i più veloci al mondo. All’uscita dall’ascensore si verrà catapultati al 102° piano al The See Forever Theater con una presentazione video di due minuti, il quale sarà un mix di vedute a volo d’uccello e time lapse in 3D.

Lo spazio principale dell’osservatorio sarà al 100° piano. In questo livello si trova anche lo Sky Portal, dove sarà possibile accedere a uno spazio circolare di circa 4 metri, con vista in HD nel pavimento delle strade che stanno sotto.

Per evitare code è consigliato acquistare anticipatamente i biglietti tramite il sito ufficiale.(Il costo è di $32 per gli adulti )

Guardate questo video di presentazione Qui

IMG_3393

Se avete poco tempo e potete scegliere un solo posto dove vedere NYC dall’altro consiglio questo. STUPENDO! Si vede tutta la città’ dall’alto con tanto di vista sulla statua della libertà. Spettacolo Unico dato anche dalle finestre giganti che permettono di fate foto strepitose.

IMG_3396

BATTERY PARK

Battery Park si trova nella zona sud di Manhattan, a pochi passi a piedi dal distretto finanziario (Financial District) e vicino a Wall Street. La zona è famosa, in quanto da qui partono i battelli per la Statua della Libertà e Ellis Island e per Staten Island.

In giornate soleggiate è uno dei posti più belli di Manhattan dove passeggiare oppure rilassarsi su una panchina e ammirare la baia di New York e la Statua della Libertà. E’ una zona molto tranquilla anche dal punto di vista del traffico automobilistico. (Come arrivarci: Metro linea 1 (west side) stazione South Ferry, 4 e 5 (east side) stazione Bowling Green, N e R stazione Whitehall street)

STATUA DELLA LIBERTA’

La Statua della Libertà, fu un regalo fatto dalla Francia agli Stati Uniti per il centenario dalla Guerra d’Indipendenza, ed è riconosciuta universalmente quale simbolo di libertà e democrazia.

Si erge in Liberty Island, nella baia di New York, per dare il benvenuto ai turisti, agli immigranti e agli americani che tornano a casa. La statua è alta 46 metri, ma col piedistallo arriva a 93 metri d’altezza. E’ possibile arrivarci tramite il battello che parte da Battery Park.

Per visitarla ci sono diversi tipologia di biglietto che trovate QUI

Io personalmente ho preso il traghetto GRATIS, la STATEN ISLAND FERRY il traghetto gratuito che collega Manhattan a Staten Island.

Attivo 24 ore su 24, parte da Lower Manhattan nel molo South Ferry al Whitehall Terminal.

Il tragitto dura 25 minuti per l’andata e 25 per il ritorno.Dal fiume Hudson si ha una vista mozzafiato sullo skyline di Manhattan e si può ammirare da vicino la Statua della Libertà.

Essendo gratis ed operativo in qualsiasi ora del giorno e della notte, è possibile prenderlo un numero illimitato di volte e ammirare così lo skyline nelle diverse fasi del giorno.

Io vi consiglio di prenderlo al tramonto o di notte, un’esperienza unica ed emozionante, vi sembrerà di essere in un film.

Nel loro sito ufficiale trovate tutti gli orari.

IMG_3398

PONTE DI BROOKLYN

Eccoci arrivati alla fine di Manhattan con questo magnifico Ponte!!!

IMG_3719

Allora il mio consiglio principale e’ quello di prendere la metro fino a Brooklyn e poi fare il Ponte a piedi verso Manhattan….avrete una vista mozzafiato sulla città e i grattacieli che dal mare si avvicinano.

L’entrata pedonale si trova in Tilary Street, all’incrocio con Adams Street. E’ presente anche un altro ingresso a Brooklyn che si trova nel quartiere di Dumbo,(LA MIA PREFERITA) in un sottopassaggio all’incrocio tra Washington Street e Prospect Street, in cui sono presenti le scale che portano al livello della passerella per i pedoni. Da un’entrata all’altra sono circa 2,36 km, quindi si parla di una passeggiata andata e ritorno di oltre 5,5 km.

Il Ponte di Brooklyn si estende sopra il fiume East River, tra Brooklyn e Manhattan ed è il ponte sospeso più grande al mondo.

FullSizeRender

Se avete un po’ di tempo vi consiglio di farvi un giretto a Brooklyn!!!Negli ultimi anni e’ diventata molto giovane piene di negozio gestiti da designer e ristorantini alla moda.

Inoltre la domenica c’e’ un favoloso mercatino il Artists & Fleas Market, a Williamsburg!!

RAGAZZE ANDATECI!!!!!!!!!

 

La ZsaZsaZsu MINI GUIDA DI NYC spero che a qualcuna di voi torni utile in futuro! Fatemi sapere se mai nella vita vi tornerà utile!

Io per tantissimi motivi ho questa città nel Cuore! Una volta nella vita bisogna vederla!!!

e Ricordate sempre…come diceva il signor Sinatra

If I can make it there
I’ll make it anywhere
It’s up to you
New York, New York

P.S: se vi avanza un pochino di tempo andate a fare il viaggio di 48h alle Cascate del Niagara…trovate un sacco di uffici vicino a Times Square che organizzano tutto!

IMG_3403

 

Fatemi sapere se questa prima “GUIDA” vi e’ piaciuta e se avete commenti scrivete pure qui sotto!!

Ci vediamo la prossima settimana per un nuovo viaggio…questa volta in europa in una bella isoletta…

Ciau

M.

I Love New York – Part.3

Ciao!!

Allora che ne pensate della mia MINI GUIDA newyorkese?vi sembra utile?Procediamo?

Prima di portarvi in giro per manhattan vi scrivo due righe per quanto riguarda la metro. Come vi ho detto nello scorso Post il modo migliore per sposarsi senza sbagliare mille volte strada e’ usare citymapper ma cmq una buona vecchia mappetta di carta e’ sempre meglio averla (specialmente una di quelle con il disegnino delle linee della metro inclusa).

big_zoom-midtown_subway_map_new_york_usa

Dalla foto sembra complicatissimo ma alla fine non le e’, basta guardare e abbinare lettere e colori e leggere sempre la destinazione sulla “testa” del treno. (molto più semplice di quella di Londra)

Per quanto riguarda il biglietto…bisogna comprare una schedina magnetica in una qualsiasi fermata delle metro (molto molto simile alle nostre vecchie schede telefoniche) e caricarla di quanto si vuole.

alg-mta-jpg

Ci sono anche abbonamenti settimanali, ma io ho preferito caricarla di volta in volta (e ho speso sicuro meno)

  • Sapendo di avere un budget limitato si cammina di più e si vedono scorci della città che magari andando in metro si perderebbero
  • In metro molto spesso c’e’ un’aria condizionata altissima e freddissima

Cmq info più accorate della metro card le trovate Qui  (In Italiano Qui)

IMG_3281

MIDTOWN

hilton-garden-inn-new-york-manhattan-midtown-east-home1-top

Il quartiere di Midtown a New York è il vero fulcro e centro vitale della città. È la zona del business, degli uomini in giacca e cravatta che camminano spediti con il loro bicchierozzo di caffè in mano. Ma è anche la zona turistica per eccellenza, con Times Square, i grattacieli più famosi,  l’Empire, il Chrysler, la Grand Central Station e altre imperdibili attrazioni. È la zona più trafficata e incasinata della città, con molti posti da visitare, da vedere e da vivere a tutte le ore del giorno e della notte.

                                                                                  [mappress mapid=”3″]

TIMES SQUARE

Times Square non è propriamente una piazza, ma il punto di intersezione di diverse strade, divenuto famoso perché incarna fedelmente lo spirito di frenesia e modernità di New York. Impossibile non trovarla anche perché praticamente tutte le linee della metropolitana passano da li.(Metro linee 1, 2, 3, 7, N, Q, R stazione 42nd St-Times Square.)

Per questo motivo è impensabile e anche impossibile, lasciare la Grande Mela senza essersi calati nel teatro composto dalle luci del neon e dai giganteschi tabelloni pubblicitari o senza essere stati travolti dal via vai di persone che passa di qui (sono stimati 35 milioni di persone ogni anno) o assordati dal rumore dei taxi che passano e delle ambulanze che sfrecciano.

Cosa si fa a Times Square?

Il tratto distintivo di Times Square è sicuramente la confusione e il caos; oltre a questo, qui non è inusuale veder passare personaggi dai travestimenti (o anche “svenimenti”, come nel caso del celebre cowboy in costume da bagno con tanto di chitarra o le signorine nude con solo la bandiera americana pitturata addosso) più che originali.

Capita anche se ci siano fantastici eventi in piazza, potete controllare QUI se combaciano con il vostro soggiorno. (meravigliosa la lezione di yoga….VIDEO)

I punti vendita presenti in Times Square sono tutti stores delle principali catene internazionali (Levi’s, Swatch, L’Occitane, Billabong, Fossil, Quiksilver, Oackley, Sephora, Foot Locker, Forever 21 giusto per citare i più noti), con esposizioni davvero meritevoli e originali, forse l’allestimento più famoso è di M&M’s World.

Consiglio personale: EVITATE QUALSIASI RISTORANTE!! Sono specchietti per allodole per i turisti che vengono letteralmente SPENNATI…camminate 10min in più e sicuramente mangerete meglio spendendo meno.

Mi raccomando, tornateci anche di sera! Non potete di certo tornare a casa senza vedere la piazza di Times Square illuminata di giorno a e di notte!

IMG_2406

5TH AVENUE

Visto che vi ho gia’ accennato alcuni nomi di negozi per un po’ di shopping non può certo mancare un giro sulla famosissima 5th Avenue.

 

La Fifth Avenue è sicuramente il viale più famoso di New York, ricco di attrazioni e luoghi da visitare durante un viaggio nella città che non dorme mai. E’ anche il viale che separa, la zona ovest da quella est di Manhattan. Percorre Manhattan dal Washington Square Park nel Greenwich Village, fino alla 142nd street ad Harlem. Il tratto più importante e con maggiori attrazioni, ovviamente è quello di Midtown. E’ il viale per eccellenza delle parate e delle manifestazioni.

IMG_3285

Tra le altre attrazioni presenti sulla Fifth Avenue, da sud verso nord, il Flatiron Building, ovvero il palazzo a forma di ferro da stiro (22nd street), come non citare il grattacielo più famoso della città, l’Empire State Building(34th), la New York Public Library (40th street), la Cattedrale di Saint Patrick e il Rockefeller Center (51th Street) e Central Park (dalla 59th).

Sulla Fifth Avenue si trovano alcuni dei negozi più prestigiosi al mondo. Sempre partendo da sud verso nord, incontriamo il negozio Cartier (52th street), Armani (53th street), Gucci, Prada, Abercrombie & Fitch, e Tiffany (56th street), Louis Vitton (57th), all’angolo della 59th street all’inizio di Central Park, l’Apple Store col cubo di vetro e subito dietro il negozio di giocattoli Fao Schwarz, protagonista in diversi film.

Personalmente quando anni fa ero stata a NYC avevo trovato un negozio stupendo con tantissimi bijoux particolari, profumi introvabili in Europa t-shirt uniche…ma quest’anno purtroppo NULLA mi sono fatta km sulla 5th avenue per ritrovarlo ma purtroppo Nulla….non amo particolarmente le grandi marche infatti il mio shopping newyorkese non e’ stato fatto qui….se non per il NIKE STORE dove ho trovato delle scarpe stupende in edizione limitata….e per URBAN OUTFITTER dove ho preso dei prodottini carinissimi (crema mani e maschera viso di TONY MOLY e una valanga di EOS a tutti i gusti)

IMG_3286

EMPIRE STATE BUILDING

L’Empire State Building è insieme alla Statua della Libertà il simbolo più famoso di New York. E’ anche il grattacielo più conosciuto di tutto il mondo. Con i suoi 381 metri (443 considerando anche l’antenna televisiva) è stato l’edificio più alto del mondo dalla sua costruzione, ultimata nel 1931, sino al 1973 anno di costruzione delle Torri Gemelle. Purtroppo dal 2001 per diversi anni aveva riconquistato il primato di grattacielo più alto di New York fino alla costruzione della One World Trade Center, la quale ha preso il posto delle Torri Gemelle. E’ il terzo grattacielo di tutti gli Stati Uniti dopo appunto la One WTC e le Sears Tower di Chicago.

Nei primi anni di vita si era aggiudicato il poco lusinghiero soprannome di Empty State Building (vuoto) in quanto la maggior parte dei suoi piani non erano stati affittati a causa del periodo della Grande Depressione. Per nascondere tutto ciò, gli ultimi piani venivano illuminati. Quest’usanza nonostante gli spazi nel corso degli anni siano stati affittati, è rimasta e adesso a seconda dell’evenienza che si festeggia vengono accese luci di diverso colore; per esempio durante il Columbus Day (la festa per Cristoforo Colombo) gli ultimi piani dell’Empire State Building vengono illuminati col colore della bandiera italiana, oppure durante lIndependence Day vengono illuminati coi colori della bandiera americana, ad Halloween di arancione e a Natale di verde e rosso.

E’ possibile vedere dal sito ufficiale il programma dell’illuminazione per tutto il mese.

IMG_3290

L’OSSERVATORIO DELL’EMPIRE STATE BUILDING

Se volete visitarlo, l’Empire State Building è facilmente raggiungibile con la metropolitana. Potete prendere la metro  1,2, o 3 per Penn Station/34th Street e camminare per due isolati verso est dall’uscita della metro o potete prendere il treno B,D,F,M,N,Q o R verso la 34th Street/Herald Square e vedrete l’Empire State Building innalzarsi proprio davanti a voi a est dell’uscita della metro. L’entrata dell’edificio è su Fifth Avenue tra la 33a e la 34a Strada.

Image-1

L’Empire State Building è aperto 365 giorni l’anno dalle 8 di mattina alle 2 di notte ed è praticamente sempre affollato. Gli orari con meno confusione sono presto la mattina o molto tardi la sera. Se non siete molto amanti delle code, considerate l’idea di comprare i biglietti online sul sito ufficiale dell’Empire State Building. Non è necessario selezionare un’ora precisa ed il biglietto rimane valido per un anno, permettendovi di programmare la vostra visita quando volete. Tenete però presente che bisogna comunque fare la coda per il controllo di sicurezza e per l’ascensore. Se invece volete saltare anche queste (e sentirvi dei VIP) è possibile acquistare un biglietto express ad un prezzo maggiore.

Un biglietto normale per la terrazza principale ( 86° piano) costa $29 (in data ottobre 2015). Qui troverete la famosa terrazza d’osservazione esterna con una vista di New York di 360°. Se volete arrivare fino alla terrazza più alta (102° piano) è necessario pagare una tariffa aggiuntiva. Un biglietto per entrambe le terrazze costa $52.

I biglietti per l’Empire State Building sono validi esclusivamente per una visita quindi se volete ammirare la vista di New York City durante il giorno ma anche vedere com’è di notte, programmate la vostra visita per il tardo pomeriggio. Quando sarete giunti al termine della coda farete in tempo ad ammirare il tramonto e se rimanete un po’ più a lungo potrete vedere la città che si illumina sotto i vostri piedi.

Ho fatto mille foto ragazze….ma vi mettero’ solo la mia preferita che e’ diventata il mio sfondo attuale del pc!

IMG_1385

TOP OF THE ROCK E ROCKEFELLER CENTER

Il Rockefeller Center è composto da 19 edifici dove è possibile vivere l’architettura e l’arte, così come fare shopping e mangiare. (Metro linee B, C, D, F, M stazione 47-50th Street-Rockefeller Center)

Il Rockefeller Center è famoso agli occhi dei turisti, principalmente grazie a due attrazioni: ospita il famoso albero di Natale e la pista di ghiaccio, ripresi in tantissimi film e il bellissimo osservatorio Top of the Rock, che offre spettacolari viste su tutta New York dall’alto dei suoi 260 metri. Rispetto all’osservatorio dell’Empire State Building, è possibile godere di fantastiche viste su Central Park, cosa non possibile dal primo dato che ci sono molti grattacieli che ne oscurano la vista. Potete acquistare il biglietto QUI

Io personalmente ho scelto altre cose e non sono salita sulla cima ma posso cmq darvi alcune info.

Il  Top of the Rock offra un vista altrettanto meritevole sul panorama di New York: sono ben 3 i livelli di osservazione, al 67simo, 69simo e 70simo piano.

I lavori iniziarono nel 1931 e proprio nel cantiere del Top of the Rock venne immortalata la fotografia che tutti quanti abbiamo visto almeno una volta nella vita: gli undici operai seduti su una trave sospesa nel vuoto a mangiare il loro panino (Lunch atop a Skyscraper, scattata da Charles C. Ebbets nel 1932).

29 Sep 1932 --- Construction workers eat their lunches atop a steel beam 800 feet above ground, at the building site of the RCA Building in Rockefeller Center. --- Image by © Bettmann/CORBIS

BRYANT PARK

Posto nel cuore di Manhattan, il Bryant Park è a pochi passi da Times Square , delimitato dalla Fifth e dalla Sixth Avenue (anche conosciuta come Avenue of the Americas), e dalla Quarantesima strada e dalla Quarantaduesima strada: nonostante sia nel cuore della metropoli più frenetica al mondo, il Bryant Park assicura tutta la quiete e la tranquillità che ogni frequentatore si aspetta. (Metro linee B, D, F, M stazione 42nd-Bryant Park. Linea 7 stazione 5th Avenue)

Bryant Park

Non è un caso, quindi, che qui ci siano sempre tantissimi studenti che preparano esami sui tavoli messi a disposizione, famiglie che si svagano durante un picnic, liberi professionisti che lavorano sui pc e appassionati lettori che si concedono il loro hobby preferito a pochi passi dalla loro Mecca.

Già, perché dal Bryant Park si raggiunge in pochi minuti la New York Public Library (esattamente il luogo in cui Carrie nel film Sex and the city cerca di sposarsi con Big).

IMG_3295

Molto ricco il panorama di attività che il parco propone tutto l’anno: accanto ai seminari di scrittura e lettura e ai tornei più vari (dal petangue agli scacchi), ci sono le famose proiezioni estive del lunedì sera e la celeberrima pista di pattinaggio che anima il parco in inverno ma soprattutto e’ luogo della SETTIMANA DELLA MODA

thepond_v1_460x285

FLATIRON BUILDING

Il grattacielo sorge tra la 23esima strada, la quinta strada e Broadway, in un’area nota per le forti raffiche di vento. Tanto che, all’epoca della sua costruzione, si ipotizzava che l’edificio sarebbe andato incontro a gravi danni strutturali, se non addirittura al crollo completo.
Venne chiamato per questo motivo “follia di Burnham“. Secondo numerosi esperti dell’epoca, infatti, la sua particolare forma (che ricorda appunto un ferro da stiro) l’avrebbe portato presto al crollo.

Oggi è ben mantenuto e molto frequentato, grazie all’apertura di numerosi negozi e boutique di moda localizzate a piano terra. Tra questi, segnaliamo la boutique di Armani e quella di Paul Smith e al famosissimo EATALY e GROM nei dintorni.

Alla fine non c’e’ molto da vedere ma e’ uno stupendo scorcio per fare delle foto STUPENDE!

IMG_3299

CHELSEA

Chelsea, è un quartiere di Midtown Manhattan compreso fra la 14th street a sud, la 29th street a nord, l’Hudson River a ovest e la Broadway a est.

Confina a nord con i quartieri di Hell’s Kitchen e il Garmen District, a est con Murray Hill e il Flatiron District, a sud con il Meatpacking e il Greenwich Village (CHE VEDREMO NEL PROSSIMO POST), e a ovest con l’Hudson River.

chelsea-newyork

Chelsea è un punto di riferimento per l’arte viste le sue numerosissime gallerie. Sicuramente da non perdere in questa zona di New York, il Chelsea Art Museum (556 West 22nd Street) e il Chelsea Piers, che è il più grande centro per lo sport e il fitness di New York, ed è possibile praticare quasi tutte le discipline. Infatti sono presenti piscine, una pista al coperto, un muro per arrampicata, campi da basket, due postazioni esterne per prendere il sole sul fiume Hudson e molto altro.

Per me la cosa che assolutamente non dovete perdervi in questa zone e’ il CHELSEA MARKET. E’ un grande loft culinario ricavato dall’ex fabbrica dei biscotti Oreo; l’edificio si trova precisamente sulla 9th avenue tra la 15th e la 16th street.

IMG_3308

Svariate e valide sono le ragioni per andare al Chelsea Market. La prima prettamente estetica, per il solo gusto di rifarvi gli occhi e di godere alla vista di qualcosa di veramente bello, immenso, ordinato pulito, a tratti fashion, come se fossimo in un loft: merita di essere ammirato e fotografato. Non sembra di essere in un mercato.

Spesso nel corridoio che percorre tutto lo stabilimento ci sono musicisti e piccoli eventi che rallegrano il pranzo e lo shopping, qui troverete di tutto e di più: panetterie, negozi di cupcakes e cookies, vini di alta qualità, caffè particolari, prodotti italiani, negozi etnici e tanto altro ancora.

Il Chelsea Market e’ uno dei miei posti preferiti, oltre alla bellezza di questo posto e oltre al cibo fantastico c’e’ una stanza enorme con tutti dei banchetti di artigiani e abiti vintage. UNA MERAVIGLIA CURIOSARLI TUTTI!!questo e’ il LINK per dare una sbirciatina.

IMG_3307

Consiglio a tutte voi di comprare una bustina dalla designer PAMELA BARSKY perché sono stupende e carinissimeeeee!!!

DOVE MANGIARE

Prima di salutarci vi consiglio alcuni posticini carini dove mangiare in questa zona di MIDTOWN

  • Ve ne ho appena parlato ma sicuramente il CHELSEA MARKET e’ perfetto per un pranzetto (75 Ninth Ave)
  • Ristorante della signora Lidia Bastianich BECCO ottimo cibo italiano ad un prezzo non esagerato (355 W 46th St)
  • Meravigliosa e famosissima MAGNOLIA BAKERY dove potrete mangiare dei FAVOLOSI cupcake e tortine ideale per una colazione o una merendina ( Rockefeller Center 1240 6th Ave)
  • Ovviamente Le Pain Quotidiane per un pranzetto veloce o una colazione abbondante (ne trovate uno ogni 2/3 isolati)
  • Assolutamente da vedere Dean & DeLuca un supermercati con prodotti di ottima qualità una delizia per il palato (panini e dolci meravigliosi)(560 Broadway)
  • Altro bel ristorantino con cucina italiana (e camerieri tutti italiani) e’ il Novità (102 E 22nd St) un po’ più caruccio come prezzi ma OTTIMO
  • Altra catena di ristoranti con cucina ottima e’ Serafina (210 West 55th Street ) ho mangiato dei gnocchetti niente male

magnolia-bakery

Nel prossimo post vi parlero’ della mia zona preferita di NYC sia per posti che cibo….

Alla prossima settimana GIRLS!!!

P.s se avete domande e/o commenti SCRIVETE qui sotto

Ciauuuu

Follow

I Love New York – Part.2

Ciao Ragazze,

come promesso nel mio precedente post da oggi comincerò a parlarvi nello specifico delle cose da fare nelle varie zone della meravigliosa NYC….

pronte? allacciate le cinture di sicurezza virtali e immaginatevi in un episodio di Sex And the City….

Inizio con il consigliarvi 2 utilissime APP utilissime per girare per la città senza troppi problemi.

CITY MAPPER

Unknown

Questa è una favolosa app che personalmente uso anche qui a Londra, facilissima da usare…basta scrivere la destinazione e in pochi secondi compariranno le varie opzioni e tempistiche per raggiungerla. Comodissimo no? specilmente in una città enorme come NY (City mapper funziona anche a Londra – Parigi – Berlino)

city-mapper

L’altra app e’ utilissima per l’itinerario di oggi

 CENTRAL PARK APP

image

Scaricatela prima di entrare nel parco e grazie all’aiuto del GPS saprete sempre ad ogni passo dove siete e cosa vedere nei dintorni. Io l’ho trovata utilissima… inoltre ci sono anche delle Audio Guide (ovviament in inglese) interessantissime, per esempio nella parte dello Strawberry Fields c’è proprio la voce di YOKO ONO che spiega e racconta tutto di quella zona e di John Lennon

central-park-app-screenshots3

CENTRAL PARK

Il Central Park non ha pari al mondo.  E’ il piu’ ripreso dalla telecamere, il piu’ fotografato. E’ il polmone verde di New York. E a progettarlo furono il paesaggista Grederick Law Olmster e l’architetto inglese Calvert Vaux, che vinsero un concorso indetto dal governo della città, nel 1857.

Il parco e’ aperto dalle 6 di mattina all’1 di notte 365 giorni all’anno e si estende, da sud a nord, dalla 59th St fino alla 110th St e, è praticamente impossibile da visitare in poco tempo, tanti sono gli spunti di interesse che offre ma cercherò di farmi una lista delle cose più’ carine da non perdersi.

Come arrivare a Central Park

Ci sono tanti modi per muoversi dentro a Central Park: potrete farlo in autobus, a piedi, in carrozza, in bicicletta o persino in barca, vi basterà procurarvi una buona mappa in uno dei numerosi centri informazioni disseminati per il parco.

Ma come fare a raggiungere il parco se vi trovate dall’altra parte di New York? Ecco le fermate della metropolitana più vicine agli ingressi.

  • Se volete entrare a Central Park da sud-ovest, dovrete raggiungere Columbus Circle: vanno bene le linee A, B, C, D e 1;
  • Sul lato occidentale, troverete le fermate della B e della C in corrispondenza di queste strade: 72nd St, 81st St, 86th St, 96th St, 103rd St e 110 St;
  • Sul lato orientale, dovrete fare ingresso all’angolo sud tra la 5 Ave e la 59th St: troverete le fermate delle linee N, R Q.

 [mappress mapid=”1″]

Central Park cosa vedere

Questa è una guida minima per visitare il Central Park in un giorno, o mezza giornata se siete veloci. Inutile dire che c’è tanto altro da vedere (inclusa una statua di Giuseppe Mazzini), e soprattutto c’è tanto da fare, Godetevi, intanto, la bellezza del Central Park.

1) The Pond e Gapstown Bridge

Per visitare il Central Park entrerete sicuramente dal vertice destro della parte sud , tanto per capirci dalla parte dell’Apple Store e dell’Hotel Plaza.  La prima cosa che vi salterà agli occhi è The Pond, lo stagno, il primo laghetto, quello da cui è possibile fare foto fantastiche con la vista dei grattacieli in lontananza. Tante varietà di uccelli e tartarughe frequentano lo stagno, e vale la pena arrivare fino al Gapstown Bridge. Costruito nel 1896, tutto di pietra, salirci sopra significa allontanarsi davvero dalla capitale della modernità, per immergersi in una scena medievale.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 2) Zoo del Central Park

Si tratta di un piccolissimo zoo, molto antico, che venne aperto nel 1860 (E’ molto presente nella cultura popolare newyorkese, al punto da avere un record di citazioni  in molti libri e film (chi non si ricorda Madagascar? ). Bello soprattutto se venite con i bambini, il costo del biglietto è 18 dollari, 13 per i bambini fino a 12 anni. C’è la possibilità di vedere leoni marini, pinguini, orsi, ecc. Qui la mappa dello zoo.

central-park-zoo

3) Carousel

Ora non ditemi che salire sui cavalli del Central Park, su questa giostra montata qui nel 1951, non sia un’esperienza unica. Menzionata e sta vista in tantissimi film e shooting di modelle.

carousel3

4) Statua di Balto

Balto è uno dei cani piu’ famosi al mondo. Nel 1925 ci fu una epidemia di difterite in Alaska. E Balto fu l’ultimo di una serie di cani da slitta che si diedero la staffetta per portare il siero da Nenana fino a Nome, dove era scoppiata l’epidemia. Oltre mille chilometri, fatti in cinque giorni, per un’impresa eroica che ha visto tantissimi cani avvicendarsi . Balto, come già detto, fu l’ultimo, e quindi divenne il piu’ famoso. Questa statua commemora lui, e tutti gli altri amici a 4 zampe.

BALTOSTATUE_grande

5) Sheep Meadow

Una grandissima prateria, aperta da aprile fino ad ottobre, dove fare dei fantastici picnic o pisolini con vista sui grattacieli.

Io stavo morendo di vergogna ma era il posto perfetto per fare una foto con addosso uno zsazsazsubikini…quindi di corsa mi sono spogliata e ZAC risultato e’ questo…uahahahah

cc

6) Bethesda terrace e Bethesa Fountain

La statua che vedete al centro della fontana è tra le piu’ famose di New York, perché è stata disegnata da Emma Stabbins, la prima scultrice donna newyorkese ad avere preso un appalto. L’arte era nella New York di allora un mondo molto maschilista. Di fronte vedete una serie di archi, e una terrazza.  E’ il luogo preferito da artisti di strada, per esibizioni e concerti all’aperto.

Angel_of_the_Waters_Fountain_and_Bethesda_Terrace,_Central_Park

7) Strawberry Fields

Forse questa è l’attrazione principale del Central Park: Strawberry Fields. Il  parco è dedicato alla memoria di John Lennon, che proprio a pochi passi da questo memorial, venne assassinato nel 1980, ai piedi del palazzo in cui viveva, il North Dakota. Il mosaico al centro è stato composto da ceramisti napoletani, e poi donato al comune di New York. E’ una fotografia che non può mancare nell’album dei ricordi newyorkesi. Per me e’ stato un posto molto suggestivo quasi emozionante anche perché c’era un signore che in sottofondo cantava tutte le canzoni dei Beatles. Bello! (ottima location anche per compare calamite particolari)

20131107-073041

8) The Lake

Luogo romantico per eccellenza, The Lake offre alle spalle la classica vista delle due torri del palazzo San Remo. Per 12 dollari l’ora, piu’ 3 dollari  per ogni 15 minuti addizionali, potete provare il brivido calmo di navigare con la vostra barchetta a remi nel lago.

lake_grande

9) Alice nel paese delle meraviglie

Alice nel paese delle meraviglie è il  libro per bambini piu’ famoso di tutti i tempi, che ancora adesso, grazie ai film, ha un successo stellare. Nessuno se la vuole perdere. E questa statua ci farà tornare in mente il cartone della Disney in ogni suo piccolo particolare. La statua fu piazzata qui nel 1959, pensata per i bambini, e fu una donazione del filantropo George Delacorte.

alice-in-wonderland-central

10) Shakespeare Garden

Si tratta di piccolo giardino, in cui trovare le piante e i fiori menzionati delle opere del grande drammaturgo inglese, a cui si deve il nome del giardino. Ricordatevi che d’estate vengono portate in scena le opere di Shakespeare, presso il Delacorte Theater, a pochi passi da questo giardino. I biglietti sono gratis, ma vanno a ruba, e bisogna essere sorteggiati, oppure accaparrati a mezzogiorno del giorno in cui si tiene lo spettacolo.

11) Panchine con dedica

Questa e’ stata la cosa che personalmente nel parco mi ha emozionata di più, quindi e’ gusto personale non una cosa assolutamente da vedere. Ogni panchina del parco ha una targhetta con una dedica….Mamma mia alcune stupende. Ho passato ore a leggerle. <3

11379194_1652546254980482_540783447_n

817d6d40d92146a0b33f20cfe6690bd8

 

Secondo me questo era il meglio di Central Park….se l’avete visitato e avete visto qualcosa che non ho scritto avvisatemi.

Come vedete da questa mappetta sul dato destro del parco ci sono tantissimi i musei…Ricordatevi che in alcuni di questi un giorno a settimana l-ingresso e’ a donazione quindi si paga quanto si vuole.

Al momento quelli gratuiti sono quelli che scrivo, ma controllate prima di andarci

Ingressi gratuiti nei musei principali

QUI invece trovate tutto l’elenco

 

MUSEO

quando

giorni

1

American Museum of Natural History

16:45–17:45

tutti i giorni

2

MoMA – Museum of Modern Art

16:00–20:00

venerdì

3

The Morgan Library 

19:00-21:00

venerdì

4

Frick Collection

11:00-13:00

domenica

5

Brooklyn Museum

17:00-23:00

sabato

mappa-central-park

Domandina…a voi Central Park che film vi fa venire in mente??A me subito “MAMMA HO PERSO L’AEREO” quando Kevin trova la signora dei piccioni sotto il ponte.

Fatemi sapere il vostro ricordo…

Per questa settimana il viaggio finisce qui…ci sentiamo mercoledì per la 3 parte di Mela.

M.

Viaggetto a Stoccolma

stockholm3-copie

Sono già passati quasi due mesi da quando sono tornata dal mio viaggio a Stoccolma e io già non vedo l’ora di rifare la valigia!
Mi è piaciuto molto andare in giro da un’isola all’altra ( 115 chilometri a piedi in 4 giorni , non male vero? ), ammirare le case colorate e poi godersi la natura che è ovunque, sedersi nei baretti sull’acqua e gustarsi “MEATBALLS” e dolcetti.
In breve , Stoccolma è un piccolo paradiso ( peccato che i prezzi sono un po’ altini)
Ma basta chacchiere , vi lascio alla lista di foto dei miei posti preferiti che vi serviranno per capire meglio la città.

♡ ♡ Bon viaggetto tra le immagini♡ ♡

stockholm9 stockholm2

Ammirate le belle immagini del museo Fotografiska e Perderdetevi nel quartiere di Sofo per scoprire i suoi negozi deco’ e i piccoli caffè di tutti i tipi per poi sedersi nella famosa piazzetta Gamlastan , il famoso centro storico con le facciate colorate.

Prendete la barca per una giornata sull’isola di Vaxholm ( la mia preferita del soggiorno ) e visitate lo Skansen , il più antico museo all’aperto del mondo ( e non perdetevi lo zoo ) e riprendete la barca verso Sigtuna , la città più antica della Svezia.

stockholm5 stockholm16 stockholm1

Fate colazione al Café Pascal (da non perdere il loro speciale muesli)

Assaggiate il famoso Kannelbullar al Café Saturnus

Fate pranzo nella bellissima antica limonaia Gamla Orangeriet ( da non perdere )

Mangiate un bell’hamburger da Vigarda

Fate una pausa dolcetto in una delle pasticcerie più belle e antiche della città che ogni giorno offre paste e dolci freschi Vete-Katten

Provate assolutamente uno dei ristorantini con cucina svedese. Io sono stata per 2 giorni di seguito allo STRANBRIGAAN  (mi sono anche fatta un pisolino al sole con musica lounge di sottofondo sui loro divanetti)

Andate a bere un drink la sera in un bar con vista su tutta la città SkyBar

IMG_9958-copy
stockholm12

stockholm10

IMG_9447-copy

Fate un giro da  Lagerhaus , paradiso scandinavo per chi ama negozi cone Tiger (l’ho svaligiato)

O nel vero e proprio IKEA scandinavo.

Per il resto i negozi d’abbigliamento non hanno nulla di diverso dalle nostre città..(zara..ecc) e i negozietti di design hanno prezzi esorbitanti.

Carino il negozio di calzini Happy Socks

stockholm201

Vi consiglio ancora di fare un bel giretto per le stazioni della metro del centro…hanno tutte dei graffiti stupendi (foto sul mio instagram).

E se siete in stagione estiva (io ancora non lo ero) di andare a farmi un giro al Luna Park Grona Lunds Tivoli

IMG_9554-copy

IMG_9866-copy

cosa_mangiare_stoccolma_consigli

shopping_stoccolma_cosa_comprare_

Questo è quello che è stato il mio viaggetto….spero che magari torni utile a qualcuno….

xxx

Marta

P.s. Lunedì parto per NYC 🙂

Alla scoperta dell’Isola d’Elba – Come arrivare senza spendere una fortuna!

Purtroppo spesso le vacanze all’Isola d’Elba ci scoraggiano in quanto, oltre al costo dell’alloggio, dobbiamo aggiungere il costo del traghetto. Ma con qualche piccolo suggerimento da chi ormai le ha provate di tutte per risparmiare (io :D) riuscirete a prenotare a prezzi più che vantaggiosi!

Moby e Toremar

Ci sono diverse compagnie che transitano tra Piombino e l’Elba; tra queste Moby e Toremar sono quelle con maggiori disponibilità di orario. Entrambe hanno infatti un sistema di navigazione ben coordinato, il quale riesce a far salpare una nave ogni mezz’ora, sia da che per l’isola. Purtroppo però hanno anche i prezzi più cari e i modi per risparmiare scarseggiano. Talvolta però le strutture presso le quali prenotate l’alloggio offrono sconti per il traghetto, solitamente intorno al 20% del costo della nave. Se prenotate l’appartamento o l’albergo tramite agenzie turistiche invece (cosa che vi sconsiglio) probabilmente vi offriranno un’offerta “tutto compreso” alloggio e traghetto, ma attenzione: informatevi sempre sugli orari disponibili per usufruire dell’offerta, in quanto spesso ci sono orari vincolati che magari non rispecchiano le vostre esigenze (arrivare di sera e ripartire la mattina, perdendo due giorni di vacanza). Il mio consiglio è di chiedere sempre al momento in cui prenotate per non incorrere in spiacevoli sorprese.

Piccolo suggerimento: con queste due compagnie troverete anche le corse Piombino – Rio Marina e Piombino – Cavo. Se provate ad elaborare un preventivo vedrete che il costo è di poco inferiore, questo perché i due porti di sbarco si trovano nella zona est dell’isola, raggiungibili quindi con un tragitto più breve e di conseguenza a costo inferiore. Prenotate queste corse solo se alloggerete in prossimità di queste zone, altrimenti vi risulterà molto più scomodo il collegamento tra il porto e l’alloggio.

Moby_freedom_bastia[1]

Blunavy

Da circa 3 anni la compagnia Blunavy affianca le più gettonate Moby e Toremar; i prezzi di Blunavy sono decisamente più convenienti e nonostante l’offerta di orari sia nettamente inferiore, le corse dei traghetti sono ben programmate in orari decisamente strategici e convenienti. Anche qua vi consiglio di informarvi al momento della prenotazione dell’alloggio, in quanto gli sconti sono disponibili anche per questa compagnia. Molto conveniente la tariffa A/ R: vi consiglio quindi di prenotare subito entrambi i tragitti. Altro piccolo avvertimento: prenotate sempre e in anticipo. Essendoci meno corse i posti tendono ad esaurirsi con più facilità.

traghetto-achaeos-dsc_2926

Elba Ferries

Infine vi ricordo le famose navi gialle, quelle più veloci che in una sola mezz’ora vi portano a Portoferraio. I prezzi assomigliano molto a quelli di Moby e Toremar, ma almeno abbiamo la comodità di arrivare in metà tempo..! Per questa compagnia alcune agenzie viaggi (non agenzie turistiche di cui vi parlavo prima) hanno sconti particolari prenotando anticipatamente.

Elba_Express02

Scrivetemi tutti i vostri dubbi e sarò felicissima di aiutarvi! Enjoy!

Alla scoperta dell’Isola d’Elba – Dove dormire

Prosegue il nostro viaggio alla scoperta dell’Isola d’Elba! Dopo aver visto le spiagge più belle QUI e le attività da fare sull’isola, oltre alla vita di mare, QUI, è il momento di vedere insieme come scegliere il luogo ideale per alloggiare e fare da “base” alla nostra vacanza!

Hotel Information Sign

Premessa

La prima decisione da prendere è se traghettare o meno anche la vostra auto o la vostra moto. Potete decidere di andare a piedi con le sole valigie al seguito o con una bicicletta (in quel caso le valigie saranno zianetti..!). Al porto troverete taxi e linee di pullman ben organizzate per girare anche a piedi tutta l’isola. Ma come vi dicevo in un precedente post, Portoferraio gode di alcune tra le spiagge più belle della costa settentrionale e addirittura di tutta l’isola, quindi potete tranquillamente valutare l’opzione di prenotare un alloggio proprio qui, in modo da avere a portate di mano le bellissime spiagge delle Ghiaie, Sansone, Padulella, Capo Bianco, Acquaviva e Sansone, anche senza auto al seguito! E senza rinunciare ovviamente a vedere tutte le altre spiagge dell’isola grazie ai bus, ben collegati ai punti nevralgici dell’Elba. Al contrario se preferite avere la comodità di un mezzo di trasporto a portata di mano vi consiglio di scegliere un alloggio quanto più possibile al mare; vicino ad una spiaggia di vostro gradimento, un posto che comunque vi piace. Questo per un motivo semplicissimo: se un giorno (o più di uno..!) non avrete voglia di spostarvi in auto, avrete il più bel mare possibile ai vostri piedi, senza il minimo sforzo! Ovviamente il mio consiglio è quello di girare tutte le spiagge che avrete voglia di vedere, ma, da buona maniaca dell’organizzazione, amo avere un piano B! :)) Allo stesso tempo se invece deciderete di alloggiare in uno dei paesi dell’Elba avrete la comodità di poter anche non spostarvi in auto la sera.

Bene detto questo vi lascio una piccola lista di alloggi da valutare per la vostra vacanza, testati tutti dalla sottoscritta..!

Elba

 

Marina di Campo
Piccolo Hotel Versilia

Piccolo 2 stelle a conduzione familiare, dove si mangia divinamente! Poco distante dalla spiaggia di Marina di Campo e dal paese, raggiungibile sia in bici che a piedi con una breve camminata.

Hotel da Fine

In località Seccheto, a metà strada tra Cavoli e Fetovaia, l’hotel da Fine vi farà sentire proprio come a casa vostra! Situato nella zona secondo me più bella dell’isola, vi concede a portata di mano le spiagge elbane più rinomate e spettacolari.

Appartamenti Le Sirena

Magicamente a picco sul mare di Cavoli, questi appartamenti vi faranno credere di essere davvero in paradiso. La sera vi addormenterete con lo scrosciare delle onde: un’esperienza davvero unica!

Hotel la Perla del Golfo

Lussuoso 4 stella in località Procchio, a circa 5 minuti in auto da Marina di Campo, ma sul versante nord.

Capoliveri

Hotel Villa Giulia

In località Lido di Capoliveri troviamo Villa Giulia, bellissimo hotel a due passi dal mare di Lido. La proprietà dell’albergo continua in prossimità del mare con alcuni appartamenti, altrettanto belli e comodi.

Baia del Sole

Uno degli alloggi migliori mai trovati all’Elba, Baia del Sole è sia un camping che un villaggio turistico, che offre piazzole e villette/appartamenti direttamente nella pineta adiacente la spiaggia di Lido. Comodissimo e davvero funzionale!

Porto Azzurro

Hotel Barbarossa

Non fatevi spaventare dalla sola stella di questo hotel: a due passi dal paese di Porto Azzurro e direttamente sulla spiaggia di Barbarossa, questo hotel vi sorprenderà!

Se invece cercate un appartamento (che io consiglio sempre per comodità e libertà negli orari) vi consiglio il sito www.elbalink.it il quale vi permette di fare una ricerca cumulativa per località e tipo di struttura. In un attimo invierete decine di richieste senza perdere tempo a cercare: selezionerete una volta arrivate le offerte alla mail!

Isola d'Elba

Per qualsiasi dubbio o consiglio scrivetemi! Enjoy Isola d’Elba..!

Alla scoperta dell’Isola d’Elba – Cosa fare

Dopo avervi parlato delle mie spiagge preferite nel mio ultimo POST, è il momento di scoprire anche tutto il resto che questo posto fantastico ci offre!

maxresdefault

Escursioni a piedi

Nonostante le spiagge siano la principale attrattiva dell’Isola, vi assicuro che viverla anche dall’interno, dai suoi sentieri che dal nulla vi conducono a posti paragonabili al paradiso..ha il suo perché! Gi itinerari proposti sono percorribili da tutti, anche da chi è alle prime armi con l’escursionismo. Il periodo migliore è da aprile ad ottobre, dove le temperature sono più miti, ma potendo scegliere evitate i mesi prettamente estivi in quanto i sentieri saranno sicuramente molto più affollati.

sports4_b

Sport di terra

Per chi non riesce a rinunciare allo sport nemmeno in vacanza, l’Elba è sicuramente il posto ideale! Tantissimi i percorsi da affrontare in sella alla propria Mountain bike; ostacoli vari e itinerari di ogni difficoltà vi aspettano per testare la vostra pedalata! Per gli appassionati di bici da strada beh..avete l’imbarazzo della scelta! Vi consiglio il giro dell’isola in entrambi i sensi: panorama mozzafiato e difficoltà sempre diverse. Vi sarà difficile non fare soste per ammirare il paesaggio che vi si presenta! Se non siete tipi troppo atletici..non disperate: l’Elba ha la soluzione anche per voi. Sulla strada che da Portoferraio arriva a Porto Azzurri, in località Acquabona trovate il Golf Club. Associato alla Federazione Italiana Golf ed al C.O.N.I., il Golf Club dispone di maestri regolarmente iscritti alla Federazione, che vi aiuteranno ad affrontare il percorso di 9 buche, che si presentano su un percorso decisamente interessante, che mette alla prova anche il golfista più esperto. Arrampicata, equitazione e campi da calcetto completano il panorama sportiva dell’isola.

hp

Shopping

Oltre ai tanti negozi e boutique che si trovano nei vari centri storici, vi ricordo qualche mercatino, dove scovare il giusto souvenir o qualche capo esclusivo da portare a casa. Tra quelli a data fissa vi ricordo i più grandi: il mercoledì a Marina di Campo ed il venerdì a Portoferraio. Nella stagione estiva inoltre ci sono mercatini serali che allietano le strade dei maggiori paesi dell’isola. Ricordo tra le tante le bancarelle di Procchio, Capoliveri e Marina di Campo.

porto-azzurro-dsc_5892

Non vi resta che scoprire voi stessi tutte le meraviglie di questo posto meraviglioso!
Enjoy!

Alla scoperta dell’Isola d’Elba – Le Spiagge

Vi ho già parlato in QUESTO articolo del mio amore spassionato per questo luogo, che io ritengo fantastico! E dato che in tantissimi mi avete fatto domande su cosa vedere, quali spiagge sono le più belle..ho deciso di fare dei focus precisi dedicati alle varie attività da fare sull’isola, su cosa vedere e su come sono le varie spiagge, iniziando proprio da loro!

Protagoniste indiscusse del panorama elbano, le spiagge dell’isola d’Elba sono innumerevoli e tutte diverse! Come vi spiegavo nel mio articolo introduttivo sull’isola, ogni versante ha caratteristiche diverse che si riversano inevitabilmente sulle proprie spiagge. Raccontarvele tutte sarebbe impossibile! Farò quindi una scelta tra le mie preferite!

Portoferraio

Arrivando con la nave da Piombino sbarcherete direttamente nel centro di Portoferraio e già alle spalle del porto troverete il primo paradiso: la spiaggia delle GHIAIE. La parte di costa che guarda a nord è caratterizzata da scenari caraibici, spiagge di sassi bianchissimi e mare cristallino dalle forti sfumature dal verde chiaro ai blu più intensi. Partendo proprio da Portoferraio troverete le bellissime spiagge delle Ghiaie,

FOTO 1
Padulella, Capo Bianco,
FullSizeRender
Acquaviva e Sansone
FOTO 3
Scendendo alle spiagge rimarrete estasiati dal paesaggio, dai colori del mare e da tutto ciò che vi circonda: vi sembrerà di essere in paradiso! E anche se decideste di non traghettare con auto al seguito, alloggiando vicino al porto avreste questi piccoli angoli di paradiso a portata di mano! Assolutamente da vedere e vivere, proseguendo in direzione Marina di Campo e facilmente raggiungibili in auto o moto, anche le spiagge della Biodola
FOTO 4

e Procchio
FOTO 5
ben segnalate sulla provinciale in direzione sud.

Campo nell’Elba

Qua troviamo alcune delle spiagge che preferisco in assoluto!

La lunghissima spiaggia di sabbia dorata del paese di Marina di Campo
FOTO 6
potrebbe bastare per passare tutta la vacanza senza

toccare l’auto, ma a pochissimi minuti vi aspetta la meravigliosa spiaggia di Cavoli,
FullSizeRender
che assolutamente non potete non vedere! Grazie alla sua posizione permette la balneazione più lunga di tutta l’isola. Vi si arriva facilmente in auto e oltre al parcheggio in prossimità della spiaggia, ce ne sono altri lungo la strada. Un paio di km dopo trovate poi la bellissima Fetovaia: 420 metri di sabbia bianca e finissima, protetta da un promontorio selvaggio di macchia mediterranea. Uno dei posti più suggestivi di tutta l’isola!

IMG_0114
Infine, anche se non molto
conosciuta e raggiungibile solo tramite un sentiero, vi segnalo la spiaggia di Galenzana.
FullSizeRender
Si trova dietro il porto di Marina di Campo: trovate una scalinata alla fine della quale inizia appunto il sentiero che vi porta attraverso la natura a scoprire questa spiaggia nascosta. Non c’è servizio bar o altro quindi partite organizzati.

Marciana Marina
Il paese di Marciana non è tra i miei posti preferiti, ma in zona vi segnalo la spiaggia di Pomonte, sul versante ovest, dove, a poche decine di metri dalla riva, giace sul fondale il relitto Elviscot, una piccola nave affondata nel 1972.
FOTO 10
Raggiungibile facilmente a nuoto, sarà molto interessante e suggestivo lo snorkeling sopra il relitto. Molto bella anche la località Sant’Andrea,
IMG_2999
sempre nel comune di Marciana, dove oltre alla spiaggia troverete una bellissima distesa di scogli piatti orientati ad ovest, dai quali godrete di una vista sul tramonto spettacolare ed ineguagliabile!

Capoliveri
La zona di Capoliveri si trova nella parte sud est dell’isola; ci sono moltissime spiagge, ma io ve ne ricorderò solo un paio. Oltre alla lunghissima spiaggia di Lido di Capoliveri,

FOTO 12
Che sicuramente merita una visita, vi ricordo la spiaggia dell’Innamorata,
FOTO 13
ai piedi del paese di Capoliveri, che sorge su un promontorio. Per trovarla dovete quindi salire al paese e scendere sul versante opposto. Infine, spiaggia suggestiva e poco conosciuta, Calanova: sulla strada che sale al paese troverete una deviazione sulla sinistra con l’indicazione per Straccoligno. La strada da un certo punto in poi non è asfaltata, ma si arriva tranquillamente con l’auto. Una volta in spiaggia potrete raggiungere a nuoto una seconda spiaggia sulla parte sinistra. Vi segnalo l’ottimo ristorante in riva al mare..!
FOTO 14
Porto Azzurro
Il paese di Porto Azzurro è uno dei centri più affollati e
giovani dell’isola. Molto bella la spiaggia di Barbarossa, che troviamo appena fuori dal paese in direzione Rio Marina.

Enjoy and…Love Isola D’Elba!