Turbante, bandana.. istruzioni per l’uso!

Altro grande ritorno per questa estate è sicuramente quello per il foulardin testa! Il foulard utilizzato come turbante andava molto di moda negli anni Trenta e Cinquanta, impossibile non ricordarlo sulle famosissime Greta Garbo, Rita Hayworth, Grace Kally! Ma oggi, complici i grandi stilisti e la necessità di coprire la testa dal sole o, perché no, completare un look in modo alternativo, la moda del foulard in testa è tornata alla grande!Ma…come si indossa?  

La versione Turbante
Dunque, la versione foulard annodato a turbante è di sicuro la più in voga. Per realizzarlo Piegate il foulard a triangolo e copritevi la testa tenendo la punta davanti appena sotto il naso. Incrociate le estremità davanti alla fronte e legatele dietro la testa, dopodiché riavvolgete il alto davanti al naso e, se vi va, fermatela con un bella spilla. Se invece come me non siete delle maghe con i nodi oppure i tutorial che si trovano su youtube non fanno per voi, trovate dei fantastici turbanti già annodati e pronti all’uso da H&M, Asos e Zara! 😉 

  
Tutte le altre versioni

Il turbante non è la sola opzione: con il foulard ci possiamo davvero sbizzarrire! A partire dalla classica bandana annodata alla base del collo, potete poi utilizzarlo per creare un più chiccosissimo fiocco in cima alla testa, oppure intrecciato alla treccia: sbizzarretevi!

  

Ed i capelli?

Vi ho parlato di come sistemo i miei capelli in estate in questo mio precedente post; aggiungendo il foulard donerete alle vostre summer waves un tono decisamente più hippie, proprio come le selvagge onde dei vostri capelli richiederebbero! 😉 Ma
anche se avete capelli liscissimi, un caschetto o una frangia non abbiate dubbi: il foulard vi renderà decisamente hippie- chic! 
Enjoy!

Acqua e limone a colazione!

Non so voi, ma io non sento parlare d’altro ultimamente se non dei benefici di questa nuova tendenza beauty! Bere acqua tiepida con il succo di mezzo limone appena alzate sembra essere il segreto di tutte le modelle, un vero e proprio toccasana per il nostro organismo, nonché il nostro girovita..! Che tutto sommato non guasta! Ma vediamo meglio insieme come fare e quali benefici può portarci!

acqua-limone-colon

La procedura in se è molto semplice: basta scaldare acqua sufficiente a riempire un bicchiere, aggiungere il succo di mezzo limone (io utilizzo le bottigliette di succo di limone del supermarket e mi regolo ad occhio) ed infine…bere! Al di là di quello che magari pensate, il sapore è tutt’altro che cattivo, anzi! Io lo trovo molto dissetante! Fin qui direte voi niente di difficile; unica cosa da fare adesso però è aspettare 10-15 minuti prima di fare colazione. Questo passaggio è l’unico “critico”, soprattutto per chi ha fame da subito appena sveglio. Il mio consiglio è quello di ingannare il tempo facendo altre cose che dovreste comunque fare: ad esempio decidere cosa indossare, fare la doccia, sistemarvi i capelli. In una parola: preparatevi, così una volta fatta colazione sarete prontissime per uscire!

Ma quali sono i benefici di questo che si direbbe un accorgimento davvero piccolo? Beh nonostante il gesto sia decisamente semplice, i benefici che può portare sono molteplici.

I benefici arrivano prima di tutto dall’acqua calda, che idrata e mette in moto le funzioni vitali del corpo. Il limone, poi, ha un forte potere alcalinizzante che aiuta a eliminare le tossine in eccesso, favorisce la digestione stimolando la produzione della bile, rafforza il sistema immunitario ed è un ottimo antiossidante.

Il limone contiene, inoltre, la pectina, una fibra che toglie il senso di fame e che nel processo digestivo ostacola il riassorbimento degli acidi biliari sintetizzati dal colesterolo, riducendo la concentrazione di quest’ultimo nel sangue.

lemons, citrus, bubbles

Last but not least stimola la diuresi ed elimina i gonfiori. Da non sottovalutare in vista della remise en forme estiva!

Insomma non vi resta che provare! Enjoy!

Alla scoperta dell’Isola d’Elba – Come arrivare senza spendere una fortuna!

Purtroppo spesso le vacanze all’Isola d’Elba ci scoraggiano in quanto, oltre al costo dell’alloggio, dobbiamo aggiungere il costo del traghetto. Ma con qualche piccolo suggerimento da chi ormai le ha provate di tutte per risparmiare (io :D) riuscirete a prenotare a prezzi più che vantaggiosi!

Moby e Toremar

Ci sono diverse compagnie che transitano tra Piombino e l’Elba; tra queste Moby e Toremar sono quelle con maggiori disponibilità di orario. Entrambe hanno infatti un sistema di navigazione ben coordinato, il quale riesce a far salpare una nave ogni mezz’ora, sia da che per l’isola. Purtroppo però hanno anche i prezzi più cari e i modi per risparmiare scarseggiano. Talvolta però le strutture presso le quali prenotate l’alloggio offrono sconti per il traghetto, solitamente intorno al 20% del costo della nave. Se prenotate l’appartamento o l’albergo tramite agenzie turistiche invece (cosa che vi sconsiglio) probabilmente vi offriranno un’offerta “tutto compreso” alloggio e traghetto, ma attenzione: informatevi sempre sugli orari disponibili per usufruire dell’offerta, in quanto spesso ci sono orari vincolati che magari non rispecchiano le vostre esigenze (arrivare di sera e ripartire la mattina, perdendo due giorni di vacanza). Il mio consiglio è di chiedere sempre al momento in cui prenotate per non incorrere in spiacevoli sorprese.

Piccolo suggerimento: con queste due compagnie troverete anche le corse Piombino – Rio Marina e Piombino – Cavo. Se provate ad elaborare un preventivo vedrete che il costo è di poco inferiore, questo perché i due porti di sbarco si trovano nella zona est dell’isola, raggiungibili quindi con un tragitto più breve e di conseguenza a costo inferiore. Prenotate queste corse solo se alloggerete in prossimità di queste zone, altrimenti vi risulterà molto più scomodo il collegamento tra il porto e l’alloggio.

Moby_freedom_bastia[1]

Blunavy

Da circa 3 anni la compagnia Blunavy affianca le più gettonate Moby e Toremar; i prezzi di Blunavy sono decisamente più convenienti e nonostante l’offerta di orari sia nettamente inferiore, le corse dei traghetti sono ben programmate in orari decisamente strategici e convenienti. Anche qua vi consiglio di informarvi al momento della prenotazione dell’alloggio, in quanto gli sconti sono disponibili anche per questa compagnia. Molto conveniente la tariffa A/ R: vi consiglio quindi di prenotare subito entrambi i tragitti. Altro piccolo avvertimento: prenotate sempre e in anticipo. Essendoci meno corse i posti tendono ad esaurirsi con più facilità.

traghetto-achaeos-dsc_2926

Elba Ferries

Infine vi ricordo le famose navi gialle, quelle più veloci che in una sola mezz’ora vi portano a Portoferraio. I prezzi assomigliano molto a quelli di Moby e Toremar, ma almeno abbiamo la comodità di arrivare in metà tempo..! Per questa compagnia alcune agenzie viaggi (non agenzie turistiche di cui vi parlavo prima) hanno sconti particolari prenotando anticipatamente.

Elba_Express02

Scrivetemi tutti i vostri dubbi e sarò felicissima di aiutarvi! Enjoy!

Alla scoperta dell’Isola d’Elba – Dove dormire

Prosegue il nostro viaggio alla scoperta dell’Isola d’Elba! Dopo aver visto le spiagge più belle QUI e le attività da fare sull’isola, oltre alla vita di mare, QUI, è il momento di vedere insieme come scegliere il luogo ideale per alloggiare e fare da “base” alla nostra vacanza!

Hotel Information Sign

Premessa

La prima decisione da prendere è se traghettare o meno anche la vostra auto o la vostra moto. Potete decidere di andare a piedi con le sole valigie al seguito o con una bicicletta (in quel caso le valigie saranno zianetti..!). Al porto troverete taxi e linee di pullman ben organizzate per girare anche a piedi tutta l’isola. Ma come vi dicevo in un precedente post, Portoferraio gode di alcune tra le spiagge più belle della costa settentrionale e addirittura di tutta l’isola, quindi potete tranquillamente valutare l’opzione di prenotare un alloggio proprio qui, in modo da avere a portate di mano le bellissime spiagge delle Ghiaie, Sansone, Padulella, Capo Bianco, Acquaviva e Sansone, anche senza auto al seguito! E senza rinunciare ovviamente a vedere tutte le altre spiagge dell’isola grazie ai bus, ben collegati ai punti nevralgici dell’Elba. Al contrario se preferite avere la comodità di un mezzo di trasporto a portata di mano vi consiglio di scegliere un alloggio quanto più possibile al mare; vicino ad una spiaggia di vostro gradimento, un posto che comunque vi piace. Questo per un motivo semplicissimo: se un giorno (o più di uno..!) non avrete voglia di spostarvi in auto, avrete il più bel mare possibile ai vostri piedi, senza il minimo sforzo! Ovviamente il mio consiglio è quello di girare tutte le spiagge che avrete voglia di vedere, ma, da buona maniaca dell’organizzazione, amo avere un piano B! :)) Allo stesso tempo se invece deciderete di alloggiare in uno dei paesi dell’Elba avrete la comodità di poter anche non spostarvi in auto la sera.

Bene detto questo vi lascio una piccola lista di alloggi da valutare per la vostra vacanza, testati tutti dalla sottoscritta..!

Elba

 

Marina di Campo
Piccolo Hotel Versilia

Piccolo 2 stelle a conduzione familiare, dove si mangia divinamente! Poco distante dalla spiaggia di Marina di Campo e dal paese, raggiungibile sia in bici che a piedi con una breve camminata.

Hotel da Fine

In località Seccheto, a metà strada tra Cavoli e Fetovaia, l’hotel da Fine vi farà sentire proprio come a casa vostra! Situato nella zona secondo me più bella dell’isola, vi concede a portata di mano le spiagge elbane più rinomate e spettacolari.

Appartamenti Le Sirena

Magicamente a picco sul mare di Cavoli, questi appartamenti vi faranno credere di essere davvero in paradiso. La sera vi addormenterete con lo scrosciare delle onde: un’esperienza davvero unica!

Hotel la Perla del Golfo

Lussuoso 4 stella in località Procchio, a circa 5 minuti in auto da Marina di Campo, ma sul versante nord.

Capoliveri

Hotel Villa Giulia

In località Lido di Capoliveri troviamo Villa Giulia, bellissimo hotel a due passi dal mare di Lido. La proprietà dell’albergo continua in prossimità del mare con alcuni appartamenti, altrettanto belli e comodi.

Baia del Sole

Uno degli alloggi migliori mai trovati all’Elba, Baia del Sole è sia un camping che un villaggio turistico, che offre piazzole e villette/appartamenti direttamente nella pineta adiacente la spiaggia di Lido. Comodissimo e davvero funzionale!

Porto Azzurro

Hotel Barbarossa

Non fatevi spaventare dalla sola stella di questo hotel: a due passi dal paese di Porto Azzurro e direttamente sulla spiaggia di Barbarossa, questo hotel vi sorprenderà!

Se invece cercate un appartamento (che io consiglio sempre per comodità e libertà negli orari) vi consiglio il sito www.elbalink.it il quale vi permette di fare una ricerca cumulativa per località e tipo di struttura. In un attimo invierete decine di richieste senza perdere tempo a cercare: selezionerete una volta arrivate le offerte alla mail!

Isola d'Elba

Per qualsiasi dubbio o consiglio scrivetemi! Enjoy Isola d’Elba..!

Alla scoperta dell’Isola d’Elba – Cosa fare

Dopo avervi parlato delle mie spiagge preferite nel mio ultimo POST, è il momento di scoprire anche tutto il resto che questo posto fantastico ci offre!

maxresdefault

Escursioni a piedi

Nonostante le spiagge siano la principale attrattiva dell’Isola, vi assicuro che viverla anche dall’interno, dai suoi sentieri che dal nulla vi conducono a posti paragonabili al paradiso..ha il suo perché! Gi itinerari proposti sono percorribili da tutti, anche da chi è alle prime armi con l’escursionismo. Il periodo migliore è da aprile ad ottobre, dove le temperature sono più miti, ma potendo scegliere evitate i mesi prettamente estivi in quanto i sentieri saranno sicuramente molto più affollati.

sports4_b

Sport di terra

Per chi non riesce a rinunciare allo sport nemmeno in vacanza, l’Elba è sicuramente il posto ideale! Tantissimi i percorsi da affrontare in sella alla propria Mountain bike; ostacoli vari e itinerari di ogni difficoltà vi aspettano per testare la vostra pedalata! Per gli appassionati di bici da strada beh..avete l’imbarazzo della scelta! Vi consiglio il giro dell’isola in entrambi i sensi: panorama mozzafiato e difficoltà sempre diverse. Vi sarà difficile non fare soste per ammirare il paesaggio che vi si presenta! Se non siete tipi troppo atletici..non disperate: l’Elba ha la soluzione anche per voi. Sulla strada che da Portoferraio arriva a Porto Azzurri, in località Acquabona trovate il Golf Club. Associato alla Federazione Italiana Golf ed al C.O.N.I., il Golf Club dispone di maestri regolarmente iscritti alla Federazione, che vi aiuteranno ad affrontare il percorso di 9 buche, che si presentano su un percorso decisamente interessante, che mette alla prova anche il golfista più esperto. Arrampicata, equitazione e campi da calcetto completano il panorama sportiva dell’isola.

hp

Shopping

Oltre ai tanti negozi e boutique che si trovano nei vari centri storici, vi ricordo qualche mercatino, dove scovare il giusto souvenir o qualche capo esclusivo da portare a casa. Tra quelli a data fissa vi ricordo i più grandi: il mercoledì a Marina di Campo ed il venerdì a Portoferraio. Nella stagione estiva inoltre ci sono mercatini serali che allietano le strade dei maggiori paesi dell’isola. Ricordo tra le tante le bancarelle di Procchio, Capoliveri e Marina di Campo.

porto-azzurro-dsc_5892

Non vi resta che scoprire voi stessi tutte le meraviglie di questo posto meraviglioso!
Enjoy!

Alla scoperta dell’Isola d’Elba – Le Spiagge

Vi ho già parlato in QUESTO articolo del mio amore spassionato per questo luogo, che io ritengo fantastico! E dato che in tantissimi mi avete fatto domande su cosa vedere, quali spiagge sono le più belle..ho deciso di fare dei focus precisi dedicati alle varie attività da fare sull’isola, su cosa vedere e su come sono le varie spiagge, iniziando proprio da loro!

Protagoniste indiscusse del panorama elbano, le spiagge dell’isola d’Elba sono innumerevoli e tutte diverse! Come vi spiegavo nel mio articolo introduttivo sull’isola, ogni versante ha caratteristiche diverse che si riversano inevitabilmente sulle proprie spiagge. Raccontarvele tutte sarebbe impossibile! Farò quindi una scelta tra le mie preferite!

Portoferraio

Arrivando con la nave da Piombino sbarcherete direttamente nel centro di Portoferraio e già alle spalle del porto troverete il primo paradiso: la spiaggia delle GHIAIE. La parte di costa che guarda a nord è caratterizzata da scenari caraibici, spiagge di sassi bianchissimi e mare cristallino dalle forti sfumature dal verde chiaro ai blu più intensi. Partendo proprio da Portoferraio troverete le bellissime spiagge delle Ghiaie,

FOTO 1
Padulella, Capo Bianco,
FullSizeRender
Acquaviva e Sansone
FOTO 3
Scendendo alle spiagge rimarrete estasiati dal paesaggio, dai colori del mare e da tutto ciò che vi circonda: vi sembrerà di essere in paradiso! E anche se decideste di non traghettare con auto al seguito, alloggiando vicino al porto avreste questi piccoli angoli di paradiso a portata di mano! Assolutamente da vedere e vivere, proseguendo in direzione Marina di Campo e facilmente raggiungibili in auto o moto, anche le spiagge della Biodola
FOTO 4

e Procchio
FOTO 5
ben segnalate sulla provinciale in direzione sud.

Campo nell’Elba

Qua troviamo alcune delle spiagge che preferisco in assoluto!

La lunghissima spiaggia di sabbia dorata del paese di Marina di Campo
FOTO 6
potrebbe bastare per passare tutta la vacanza senza

toccare l’auto, ma a pochissimi minuti vi aspetta la meravigliosa spiaggia di Cavoli,
FullSizeRender
che assolutamente non potete non vedere! Grazie alla sua posizione permette la balneazione più lunga di tutta l’isola. Vi si arriva facilmente in auto e oltre al parcheggio in prossimità della spiaggia, ce ne sono altri lungo la strada. Un paio di km dopo trovate poi la bellissima Fetovaia: 420 metri di sabbia bianca e finissima, protetta da un promontorio selvaggio di macchia mediterranea. Uno dei posti più suggestivi di tutta l’isola!

IMG_0114
Infine, anche se non molto
conosciuta e raggiungibile solo tramite un sentiero, vi segnalo la spiaggia di Galenzana.
FullSizeRender
Si trova dietro il porto di Marina di Campo: trovate una scalinata alla fine della quale inizia appunto il sentiero che vi porta attraverso la natura a scoprire questa spiaggia nascosta. Non c’è servizio bar o altro quindi partite organizzati.

Marciana Marina
Il paese di Marciana non è tra i miei posti preferiti, ma in zona vi segnalo la spiaggia di Pomonte, sul versante ovest, dove, a poche decine di metri dalla riva, giace sul fondale il relitto Elviscot, una piccola nave affondata nel 1972.
FOTO 10
Raggiungibile facilmente a nuoto, sarà molto interessante e suggestivo lo snorkeling sopra il relitto. Molto bella anche la località Sant’Andrea,
IMG_2999
sempre nel comune di Marciana, dove oltre alla spiaggia troverete una bellissima distesa di scogli piatti orientati ad ovest, dai quali godrete di una vista sul tramonto spettacolare ed ineguagliabile!

Capoliveri
La zona di Capoliveri si trova nella parte sud est dell’isola; ci sono moltissime spiagge, ma io ve ne ricorderò solo un paio. Oltre alla lunghissima spiaggia di Lido di Capoliveri,

FOTO 12
Che sicuramente merita una visita, vi ricordo la spiaggia dell’Innamorata,
FOTO 13
ai piedi del paese di Capoliveri, che sorge su un promontorio. Per trovarla dovete quindi salire al paese e scendere sul versante opposto. Infine, spiaggia suggestiva e poco conosciuta, Calanova: sulla strada che sale al paese troverete una deviazione sulla sinistra con l’indicazione per Straccoligno. La strada da un certo punto in poi non è asfaltata, ma si arriva tranquillamente con l’auto. Una volta in spiaggia potrete raggiungere a nuoto una seconda spiaggia sulla parte sinistra. Vi segnalo l’ottimo ristorante in riva al mare..!
FOTO 14
Porto Azzurro
Il paese di Porto Azzurro è uno dei centri più affollati e
giovani dell’isola. Molto bella la spiaggia di Barbarossa, che troviamo appena fuori dal paese in direzione Rio Marina.

Enjoy and…Love Isola D’Elba!

Isola d’Elba: un paradiso da scoprire!

Tra le tante cose che adoro fare ai primi posti della classifica ci sono sicuramente i viaggi! Visitare luoghi mai visti e organizzare escursioni dove ancora non sono mai stata ha indubbiamente il suo fascino. Ma poi arriva quel posto, quel luogo che ti affascina a tal punto da volerci tornare e tornare ancora, ancora e ancora…perché in quel posto ti senti proprio come a casa e molto di più.. Ecco questo mi è successo quando per la prima volta ho messo piede nel “mio posto nel mondo”, sulla “mia isola” o chiamandola con il proprio nome Isola d’Elba. Chi mi conosce sa bene che la adoro e che alla prima occasione prendo e vado là, dove il mio cuore è davvero libero di amare la vita. Proprio per questo ho ben pensato di darvi qualche indicazione utile, qualche consiglio e svelarvi qualche segreto per fare amare anche a voi questo luogo, proprio come lo amo io. In più, dato che l’estate si avvicina, magari vi do anche qualche spunto per un week end al mare o per la vostra settimana di vacanze estive!

Cosa aspettarsi

La cosa a mio parere più affascinante dell’Isola d’Elba è quella di riuscire a trovare scenari completamente diversi a pochissima distanza l’uno dall’altro. Paesaggi caraibici con spiagge di sassi bianchi e fondali con sfumature dal verde al blu intenso a nord e lunghe spiagge di sabbia bianca e finissima a sud.

Spiagge più belle

Nella mia Top 10 delle spiagge più belle non posso non nominare Cavoli, lunga spiaggia di sabbia bianca che si trova nella parte sud/ovest dell’isola, dove la fantastica esposizione permette la balneazione più lunga di tutta l’isola.

IMG_0051

 

Proseguendo ad ovest troviamo Sant’ Andrea, piccola località con spiaggia rivolta a nord e scogliera verso l’ovest del tramonto più bello che possiate vedere.

IMG_1019

 

FullSizeRender

Infine, per incuriosirvi un po’, due spiagge nascoste e solitarie: Norsi a sud/est, e Galenzana, a sud, raggiungibile solo a piedi con un sentiero o via mare da Marina di Campo.

FullSizeRender

Cosa fare la sera

Ci sono molti paesi da visitare, dove troverete mercatini sul mare, musica dal vivo nelle varie piazze e fantastici spettacoli pirotecnici nelle varie sere estive. Marina di Campo e Porto Azzurro, tipici paesi marinari, e Capoliveri che sorge invece in collina, con le varie spiagge ai suoi piedi sono solo l’inizio!

Come raggiungerla

Raggiungere l’Isola d’Elba è molto più facile di quanto pensiate: ci sono traghetti in partenza ogni mezz’ora dal porto di Piombino (Li) ed anche un servizio aereo che vi farà atterrare direttamente all’aeroporto di Marina di Campo.

Traghetti

www.elbaferries.com

www.toremar.it

www.moby.it

www.blunavytraghetti.com

Non vi resta che vedere queste meraviglie con i vostri occhi! Enjoy!

Provato per voi: Olio Khadi anticellulite!

Uno tra i prodotti più utilizzati per combattere la cellulite è proprio lui! L’olio KHADI, che potete trovare in vari shop on line dedicati ai prodotti eco-bio, sembra essere davvero miracoloso. Ma per darvi una valutazione coerente e veritiera non ci rimaneva altra alternativa che…provarlo! Ecco quindi la mia personale esperienza prima, durante e dopo l’applicazione e l’utilizzo dell’olio khadi anticellulite!

Premessa

Faccio una piccola premessa per farvi capire quello che mi aspetto da questo prodotto e ciò di cui avrei bisogno per il mio fisico. Non sono grassa, non ho quindi bisogno di perdere peso; ho il classico fisico mediterraneo, con vita sottile e fianchi un po’ troppo accentuati..! Pertanto la cellulite si concentra tutta dal sedere 😀 (dove ha il suo maggiore sviluppo ovviamente…!) degradando fino al ginocchio. Pratico sport, soprattutto tonificazione, e da quando ho iniziato questo trattamento cerco di bere almeno 2 litri d’acqua al giorno. Ho 30 anni suonati e ho smesso da un po’ di credere alle favole..quindi non mi aspetto certo miracoli da nessun prodotto, compreso quest’olio, ma dato che dopo la doccia e prima di andare a letto applico comunque una crema..perché non provare con questo prodotto?!?

Trattamento

– Quando applicare l’olio?
Non avendo mai utilizzato l’olio al posto della crema idratante, non sapevo il momento ideale nel quale applicarlo; il mio dubbio era soprattutto quello di non potermi vestire subito dopo, per paura che rimanessero le gambe parecchio unte. Come in tutte le cose..non mi restava che provare! Questa la mia tattica! Lo applico due volte al giorno: una al mattino dopo la doccia e una la sera prima di rilassarmi sul divano o di andare a letto. In entrambi i casi prima di vestirmi o di mettere il pigiama attendo qualche minuto, in modo che l’olio possa assorbire quasi totalmente. Nel frattempo per esempio al mattino mi trucco, mi pettino ecc, mentre la sera al contrario mi strucco, metto la crema idratante..
-Come applicare l’olio?
Definirei questo passaggio come quello fondamentale per la buona riuscita di questo trattamento. Infatti non basta mettere l’olio, ma bisogna massaggiarlo con molta cura e con un tipo di massaggio indicato per trattare appunto la cellulite. Scaldate l’olio tra le mani, applicatelo ed iniziate un primo tipo di massaggio come…..se doveste impastare..! 😀 Agite almeno per uno-due minuti a zona (vi sembra poco, ma sentirete le braccia indolenzite!); seguite con un secondo massaggio a “pizzicotti”, anche un paio di minuti a zona.

Risultati

Appena applicate l’olio la pelle risulterà subito molto più soda e compatta, oltre a tenere idratata la pelle per tutto il giorno, caratteristica che la crema idratante non riesce a soddisfare. Sicuramente è un buon trattamento e già dopo 10-15 giorni noterete miglioramenti, il tutto sempre associato ad una buona attività fisica e ad una dieta povera di grassi e ricca invece di verdura, oltre all’assunzione di almeno 2 litri d’acqua al giorno. Io sono comunque soddisfatta dei risultati ottenuti e continuerò ad usarlo.

Dove acquistarlo

eccoverde.it o ecobella.it sono solo due dei vari shop on line dedicati ai prodotti eco-bio; l’olio khadi costa € 13.90 ai quali dovete aggiungere circa € 4,00 per la spedizione. Un flacone, applicando il prodotto due volte al giorno, dura circa 3 – 4 settimane.

 

Provatelo e fatemi sapere anche i vostri risultati!

Baci! S.

Tornare in forma con la pole dance!

Dopo gli stravizi delle feste appena trascorse siamo tutte alla ricerca di un metodo efficace e veloce per rimetterci in forma. Le scelte sono sempre le stesse..e le scuse anche: la palestra è super affollata, in piscina mi annoio, per il jogging le giornate sono ancora troppo corte.. Ma quest’anno le vostre scuse dovranno fare i conti con una nuova disciplina: la pole dance!

IMG_0216

Cos’è la pole dance

Anche se il richiamo alla lap dance e alle mosse seducenti è il primo pensiero, la pole dance è invece un insieme di danza e ginnastica esercitata in sospensione su una pertica. Iniziando con mosse semplici, prevede a percorso avanzato figure acrobatiche molto complesse, che richiedono agilità, coordinazione e non pochi sforzi! Non si può infatti dire che sia un’attività blanda e leggera, ma vi assicuro che gli sforzi sono decisamente ripagati! E’ infatti l’ideale per tonificare gambe e glutei, rinforza le braccia e scolpisce gli addominali, che fanno forse gli sforzi maggiori!

Le pertiche

I pali usati nella pole dance possono essere fissi o girevoli, agevolando così i movimenti delle allieve. Ci sono pali di diverse misure, dimensioni e materiali, da variare con il migliorare delle prestazioni.

La curiosità: molte delle ragazze che praticano la pole dance installano un palo in camera per allenarsi!

IMG_0218

Allenamento

La lezione inizia con un classico riscaldamento a terra, senza quindi l’utilizzo della pertica, che diventa protagonista nel momento centrale della lezione. A questo punto le ragazze, a seconda del loro livello, salgono sul palo e rimangono aggrappate con il solo utilizzo del bacino, cercando di non utilizzare né gambe né braccia. Dopo qualche esercizio acrobatico, sempre in base al livello di ognuna di loro, la lezione volge al termine con classici esercizi di stretching.

Abbigliamento

Come in tutti gli sport, anche per la pole dance c’è un abbigliamento da preferire per il corretto svolgimento dei vari movimenti. L’ideale sono shorts e top o canotta corta ben aderenti. All’inizio non si usano scarpe: meglio a piedi nudi o dei calzini. Una volta acquisita un po’ di pratica indosseremo scarpe o sandali con tacchi vertiginosi..! Diciamo che fanno parte dello spettacolo! Assolutamente bandito l’utilizzo di creme corpo, che farebbero perdere aderenza al palo.

IMG_0219

Se vi ho incuriosite a tal punto da volervi mettere alla prova cliccate sul www.poledanceitaly.com dove troverete tutte le info utili e soprattutto le scuole della vostra regione nella sezione www.poledanceitaly.com/scuole-pole-dance-italia

Enjoy!